Tu sei qui

Idee anti stress: via l’ansia a partire dalla casa

Data pubblicazione: 
Mercoledì, 6 Settembre, 2017

La casa riflette chi siamo. Lo spazio in cui viviamo, dove trascorriamo la maggior parte del nostro tempo, gioca un ruolo fondamentale sul nostro stato d’animo e sul nostro benessere complessivo. Spesso la casa riflette invece le nostre ansie, diventando essa stessa fonte di ulteriore stress. Caos che si accumula, mobili ingombranti, divani scomodi, soprammobili improbabili, stanze asettiche e impersonali. E così via.
La casa dovrebbe invece rappresentare il nido di ciascuno, un luogo libero da fonti di disturbo dove rifugiarsi dopo una lunga giornata di lavoro. Habitissimo – la piattaforma online che mette in contatto domanda e offerta in edilizia, ristrutturazione e servizi per l’abitazione – offre alcuni semplici consigli che vi aiuteranno a trasformare la vostra casa in un luogo libero da ansia e stress.

 

1. Organizzazione è la prima parola “d’ordine”
Ammucchiare cose e disordine non fa altro che aumentare lo stress, soprattutto se in stanze a vista. In particolare, per vivere meglio, ingresso, salotto e cucina devono sempre essere ben ordinati. In questo caso come non mai, riordinare la casa favorirà la creazione e il raggiungimento del vostro equilibrio interiore.  E per tutti quegli oggetti-ricordo che vogliamo conservare, ma che non vogliamo vedere, esistono fantastiche scatole per conservarli e creare così ordine.
Essere consapevoli degli spazi in cui viviamo allontana pensieri cattivi, ansie e stress. Infatti, anche la distribuzione dei mobili è importante. Questa dovrà essere il più possibile funzionale, senza mai dimenticare le esigenze di ciascuno. In sostanza, l’ordine è il primo antistress.

 

2. Spazio alla luce
La luce del sole è in grado di trasmettere energia a chiunque. Via tende troppo coprenti per lasciare che i raggi del sole filtrino dalle finestre nel modo più naturale possibile dando brio alla casa. Quando la luce naturale non è sufficiente ci si può sempre far aiutare da lampade e lampadari di ogni genere, che oltre a illuminare l’ambiente, saranno anche un ottimo elemento di arredo.

3. Via l’ansia con piante e fiori
Secondo ricerche e studi di alcuni psicologi, le piante da interni sono elementi che aiutano a diminuire il livello di stress. Circondarsi, sempre senza esagerare per non incorrere nel risultato opposto, di piante e oggetti naturali può quindi avere un effetto benefico sul nostro stato d’animo e sulla nostra salute. I fiori freschi, oltre a essere il classico elemento estetico da decorazione, danno all’ambiente un senso di bellezza naturale capace di dare sollievo e diminuire le sensazioni negative. La scelta migliore sarà sicuramente optare per piante che vivono da sole (senza creare stress da “pollice verde”), magari dei rampicanti che crescono gradualmente e in modo costante.

 

4. Decorazioni minimal
Liberiamo gli spazi: con il passare degli anni è normale accumulare in casa un’infinità di “oggetti inutili”, libri, souvenir e soprammobili vari che realmente non hanno nessuna utilità e che talvolta creano semplicemente disordine, sia in casa che nella nostra testa.
Riempire eccessivamente l’ambiente che ci circonda può aumentare infatti il livello di cortisolo (l’ormone nemico che produce stress) e quindi di ansia. Per questo è consigliato lasciare mensole, librerie e tavoli con il giusto numero di soprammobili, il minimo indispensabile.

 

5. L’importanza del colore giusto
Anche i colori giocano un ruolo molto importante sul nostro stato di benessere. È fondamentale scegliere quelli che più ci piacciono ma, forse, è ancora più importante selezionare quelli che ci fanno stare meglio. Da eliminare i colori troppo accesi e brillanti perché possono aumentare il livello di ansia. In questo caso, optare per i colori pastello sarà senza dubbio la scelta migliore. Queste tonalità sanno trasmettere tranquillità e perciò conferiscono al vostro ambiente un effetto relax.

 

6. Fuori la tecnologia
Ovviamente anche il rumore fa aumentare il livello di stress.  Per questo è bene cercare di togliersi l’abitudine di accendere la televisione non appena si mette piede in casa. Inoltre, un buon consiglio è quello di eliminare tutti gli elementi elettronici e tecnologici dalle camere da letto: via computer e televisioni per non disturbare il sonno. E nel caso in cui farli sparire del tutto non sia possibile, una buona soluzione sarà procurarsi un mobile dedicato in cui riporli.

 

7. Via gli specchi di troppo
La stanza in cui gli specchi sono fondamentali e necessari è il bagno. Le ultime tendenze di interior design li hanno però trasformati in veri e propri oggetti di arredo adatti a ingresso, salotto, corridoio e camere da letto. Ma un numero eccessivo potrebbe involontariamente far aumentare il livello di stress. Vedersi riflessi in uno specchio più di quanto sia necessario potrebbe portare chiunque ad angosciarsi per il proprio aspetto fisico. E allora, via il superfluo: la soluzione migliore sarà collocare in giro per casa il giusto numero di specchi, lo stretto necessario in modo da vivere più sereni e meno ossessionati dall’apparenza.

 

8. Il letto secondo il Feng Shui
Il Feng Shui è un’antica disciplina cinese il cui scopo principale è trovare il giusto equilibrio ed armonia tra lo spazio fisico, una stanza in questo caso, e quello spirituale. Secondo questa pratica, il letto va collocato nella parete opposta a quella dove si trova la porta, ma non esattamente di fronte, per poter così creare un flusso di energie positive e rilassanti al suo interno.
Sempre secondo i principi del Feng Shui, oltre a dover prestare attenzione alla cura di cuscini, coperte e piumoni, questi dovranno essere il più possibile confortevoli e leggeri e ancor meglio se di tonalità chiare. E il riposo sarà veramente tale.

 

http://www.quotidianocasa.it/2017/8/31/idee-anti-stress-via-lansia-a-partire-dalla-casa/26103/